La Calabria aiuta l’ambiente con le misure 10 e 11 del PSR 2014-2020

Pubblicati i bandi per due interventi, 10.01.08 e 11.02.01, utili a preservare la biodiversità del territorio calabrese e ad incentivare produzioni a minore impatto ambientale.

I metodi di produzione e di allevamento hanno, negli ultimi decenni, portato a un impatto ambientale molto incisivo e alla quasi scomparsa di razze di animali autoctone sempre meno utilizzate in agricoltura perché meno produttive. Per ovviare al fenomeno di erosione delle risorse genetiche animali e, al tempo stesso, sostenere l’introduzione e la prosecuzione di metodi e pratiche biologiche, la Regione, nell’ambito del PSR Calabria 2014-2020 ha pubblicato questi 2 interventi di cui proponiamo una piccola scheda.

Intervento 10.01.08Salvaguardia delle razze animali autoctone minacciate di abbandono e presenti sul territorio regionale

L’azione è finalizzata alla salvaguardia della razza Podolica per la specie bovina, delle razze Nicastrese, Rustica di Calabria e Aspromontana, per quanto attiene la specie caprina, della razza Apulo-calabrese con riferimento ai suini, delle razze Ragusana e di Martina Franca con riferimento agli equidi, della razza Gentile di Puglia per la specie ovina, tutte specie in via di estinzione.

Beneficiari sono agricoltori o associazioni di agricoltori che al momento della presentazione della domanda posseggono il requisito di agricoltori in attività e che svolgono attività di allevamento delle razze a rischio di erosione genetica sopra descritte, regolarmente iscritti al registro anagrafico/libro genealogico. Questi devono mantenere l’allevamento, garantendo la purezza della razza e gestendo gli allevamenti con sistemi estensivi di allevamento (semibrado o brado), per almeno 5 anni. Il sostegno è pari a 200 €/UBA/anno.

Sintesi del bando PSR Calabria – Operazione 10.01.08

Area geografica: Calabria

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 2,5 milioni di euro

Obiettivo: salvare le razze animali locali minacciate dal rischio di estinzione

Beneficiari: agricoltori

Spese ammissibili: spese inerenti il mantenimento delle razze animali ammissibili al sostegno

Tipo di finanziamento: premio UBA annuale

Procedura di selezione: non sono previsti criteri di selezione

Scadenza: 15 maggio 2019

Intervento 11.02.01 – Pagamento per il mantenimento di pratiche e metodi di produzione biologica

L’intervento sostiene gli agricoltori che si impegnano volontariamente a mantenere i metodi e le pratiche di produzione biologica ai sensi del regolamento (CE) n. 834/2007 e del regolamento (CE) n. 889/2008. Possono beneficiare di tale sostegno gli agricoltori che hanno la qualifica di agricoltore in attività, risultano iscritti nell’elenco degli operatori del settore biologico e hanno la disponibilità di una superficie minima ammissibile al premio di 2 ettari. Gli agricoltori che attuano la zootecnia biologica devono anche mantenere un carico di bestiame non superiore a 2 UBA/ha (Unità di Bestiame Adulto) nelle zone non vulnerabili ai nitrati, 1,4 UBA/ha nelle zone vulnerabili ai nitrati e comunque, in entrambi i casi, non inferiore a 0,25 UBA/ha, considerando esclusivamente la SAU (Superficie Agricola Utilizzata) a foraggere e pascoli oggetto di impegno. Il premio base annuale ad ettaro è differenziato per coltura/gruppo di colture classificate secondo la tabella presente nel bando; i premi saranno erogati secondo un principio di degressività: per i primi 20 ha di superficie ammissibile, sarà concesso il 100% del premio/ha previsto, oltre i 20 ha e fino a 50 ha di superficie ammissibile, sarà concesso il 60% del premio/ha previsto e per oltre i 50 ha di superficie ammissibile, sarà concesso il 50% del premio/ha previsto.

Sintesi bando PSR Calabria – Intervento 11.02.01

Area geografica: Calabria

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 5 milioni di euro

Obiettivo: incentivare sistemi di gestione sostenibili in agricoltura

Beneficiari: agricoltori

Spese ammissibili: compensazione di maggiori costi rispetto ai mancati guadagni

Tipo di finanziamento: premio annuale ad ettaro

Procedura di selezione: non sono previsti criteri di selezione

Scadenza: 15 maggio 2019