Nuovi contributi dal Veneto per le donne che vogliono fare impresa

La Regione aiuta le imprenditrici, o future tali, attraverso un contributo per l’avvio di nuove attività o l’ammodernamento e l’ampliamento di imprese già attive.

Sintesi bando contributi imprenditoria femminile

Area geografica: Veneto

Settore: imprenditoria

Dotazione finanziaria: 1,5 milioni di euro

Obiettivo: promuovere e e sostenere le imprese a prevalente partecipazione femminile

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: acquisto di macchinari, hardware, software, arredi, mezzi di trasporto

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 18 aprile 2019

Approfondimento Bando

Attraverso questo bando la Regione Veneto vuole dare una mano all’imprenditoria femminile che, per diversi motivi, è meno presente sul mercato. Le imprese in questione devono operare nel campo dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi.

Chi sono i beneficiari dei contributi all’imprenditoria femminile del Veneto?

Possono presentare domanda le micro e PMI che abbiamo come titolari donne o, nel caso di società (anche di tipo cooperativo), con soci e organi di amministrazione costituiti per almeno 2/3 da donne e nelle quali il capitale sociale per almeno il 51% sia in mano a donne. Questi soggetti devono essere residenti in Veneto da almeno 2 anni. Oltre ciò le imprese devono soddisfare determinati requisiti, tra cui:

  • essere regolarmente iscritta al Registro delle Imprese istituito presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio;
  • esercitare un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori indicati nell’Allegato B;

Quali sono le spese ammissibili per i contributi all’imprenditoria femminile del Veneto?

I contributi devono servire per attivare una nuova impresa o ammodernare o ampliarne un già esistente. Sono ammissibili le spese relative a:

  • acquisto di macchinari, hardware, attrezzature;
  • arredi nuovi di fabbrica;
  • negozi mobili;
  • mezzi di trasporto ad esclusivo uso aziendale (escluso le autovetture);
  • programmi informatici.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’agevolazione viene concessa come contributo a fondo perduto ed è pari al 30% delle spese ammissibili sostenute, e nello specifico nel limite massimo di 51 mila euro per una spesa pari o superiore ai 170 mila euro e un limite minimo di 9 mila euro per una spesa di 30 mila euro.

Il contributo è cumulabile con aiuti di Stato concessi per gli stessi costi ammissibili o con aiuti di Stato relativi alla stessa misura di finanziamento solo se tale cumulo non supera l’importo di aiuto massimo fissato.

Come fare per ottenere i contributi all’imprenditoria femminile del Veneto?

Le domande devono essere inoltrate alla Regione esclusivamente tramite PEC all’indirizzo industriartigianatocommercioservizi@pec.regione.veneto.it secondo le indicazioni scritte sul sito della Regione a partire dal 10 aprile 2019 fino al 18 aprile 2019.

Scarica il bando relativo ai contributi per le imprese femminili del Veneto.